Seguici su
Cerca

Il qualunquismo con cui si affrontano i problemi

Pubblicato il 6 dicembre 2019 • Comune

Nei giorni scorsi ho letto un post del gruppo consiliare Saracena in Comune: sono enormemente dispiaciuto per il qualunquismo con cui si affrontano i problemi seri dei cittadini e sorpreso per le inesattezze che si diffondono su questi argomenti.
Far leva sulle difficoltà delle persone per fare polemica è penoso, asserire che questa amministrazione non tiene conto delle difficoltà di chi deve scegliere tra pagare le tasse e affrontare le spese sanitarie è volgare e segna uno spartiacque nel dibattito politico.

Questa amministrazione, il sottoscritto, la Giunta Comunale e tutti consiglieri di maggioranza conoscono perfettamente le condizioni sociali ed economiche della nostra comunità, non per sentito dire, ma perché siamo parte di questa comunità e viviamo quotidianamente sulla nostra pelle le stesse difficoltà dei nostri concittadini. Conosciamo bene cosa voglia dire precarietà, assenza di lavoro e angoscia per un futuro che non sembra offrire prospettive e tutti i giorni ci facciamo carico delle difficoltà delle persone, cercando tutte le soluzioni possibili per alleviare le difficoltà della gente.

Nel merito, ribadisco anche qui alcuni concetti che ripetiamo da mesi:

1. Il 70% dei cittadini di Saracena paga regolarmente tasse e tributi comunali con enormi difficoltà e mille sacrifici.
2. Il recupero delle tasse e tributi comunali si riferisce, per ora, agli anni 2013 e 2014: nessuna amministrazione di Italia può permettersi di non recuperare le tasse e i tributi non pagati perché non è giusto nei confronti di chi li ha pagati nonostante le mille difficoltà e perché la legge impone il recupero delle 'tasse'.
3. Il Comune di Saracena mette a disposizione vari strumenti per venire incontro alle esigenze di chi ha difficoltà a pagare le 'tasse' e ribadiamo il nostro invito a rivolgersi all’ufficio tributi per trovare le idonee soluzioni di rateizzazione.
4. Le somme che saranno incassate serviranno a migliorare i servizi erogati dal Comune: se si afferma il contrario o si è incompetenti o si cerca di screditare in maniera subdola l’operato di questa amministrazione.
5. Queste somme per la quali si è avviata la riscossione vengono messe in un fondo, il fondo crediti di dubbia esigibilità. Questo per il semplice fatto che non si è sicuri di incassarle tutte e noi, che siamo seri e cauti quando parliamo del bilancio comunale, non spendiamo soldi prima di averli incassati.
6. Questi soldi non sono nuove 'tasse', non sono “altri soldi che dovranno passare dai portafogli dei cittadini alle casse comunali”, ma sono tasse e tributi vecchi non pagati da alcuni cittadini. Le cartelle e gli avvisi, quindi, arriveranno solo a chi negli anni scorsi non ha pagato. Chi, invece, le ha già pagate ovviamente non dovrà pagare più nulla.
7. Questa amministrazione ha avviato un percorso virtuoso per risanare il disastroso bilancio comunale lasciato dalla amministrazione precedente certificato dalla Corte dei Conti e le opposizioni in consiglio comunale, pur criticando il nostro operato, non hanno mai indicato una strada alternativa da percorrere. Anzi, quando si trattava di discutere di questi problemi il gruppo Saracena in Comune ha lasciato la sala del consiglio comunale perché impegnato altrove. Come ad esempio il 23 Aprile scorso perché impegnati in una iniziativa di campagna elettorale a Cosenza per le elezioni Europee. Una cosa legittima, ci mancherebbe, che denota, però, che si hanno altre priorità rispetto alla risoluzione dei problemi del nostro Comune. Parlare per slogan è semplicissimo, non è necessario conoscere nel dettaglio le materie. Ora, invece, è tempo di proposta. Attendiamo fiduciosi.


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot